Vermi Nei Bambini: Sintomi E Trattamento

Sommario:

Vermi Nei Bambini: Sintomi E Trattamento
Vermi Nei Bambini: Sintomi E Trattamento

Video: Vermi Nei Bambini: Sintomi E Trattamento

Video: Vermi Nei Bambini: Sintomi E Trattamento
Video: Gli ossiuri (vermi) nelle feci dei bambini. La cura dei Pediatri. 2023, Marzo
Anonim

I vermi infantili compaiono per una serie di motivi. Un neonato può essere infettato da vermi anche nel grembo materno, ma questo è solo se i vermi sono presenti nel corpo della donna. Entrano nel flusso sanguigno e passano attraverso la placenta fino al bambino. Quando il bambino passa attraverso il canale del parto, può verificarsi anche un'infezione. È difficile rilevare la loro presenza in un bambino così piccolo, perché i test fecali possono mostrare un risultato negativo. La diagnosi precoce delle invasioni elmintiche semplifica il trattamento della malattia.

Il contenuto dell'articolo:

  • 1 Cosa sono i "vermi"
  • 2 Come un bambino può essere infettato dai vermi
  • 3 Il bambino ha i vermi
  • 4 I principali segni della presenza di vermi nei bambini di età inferiore a un anno
  • 5 Come identificare e trattare le invasioni da elminti
  • 6 Trattamento dei vermi nei neonati
  • 7 Raccomandazioni generali per il trattamento dei vermi
  • 8 Trattamento con rimedi popolari
  • 9 rimedi popolari

    • 9.1 Olio vegetale
    • 9.2 Semi di zucca
    • 9.3 Succo di barbabietola
    • 9.4 Aglio
    • 9.5 Camomilla
    • 9.6 Bicarbonato di sodio
    • 9.7 Cipolle
    • 9.8 Granato
    • 9.9 Foglie di betulla
    • 9.10 Semi di aneto
    • 9.11 Assenzio
  • 10 Azione preventiva

Cosa sono i "vermi"

Vermi nei neonati
Vermi nei neonati

Vermi nei neonati. I vermi (nella terminologia medica, elminti) sono chiamati vermi parassiti e le loro larve. Esistono molte varietà di elminti che danneggiano gli esseri umani, ma la maggior parte di essi si trova raramente ("accidentalmente") o solo in alcune aree geografiche. Nella parte europea della Russia e nei paesi della CSI, si trovano più spesso nematodi intestinali o elminti rotondi che parassitano nel lume intestinale (ascaris, ossiuri). Molto meno comuni sono gli altri nematodi che si parassitano nella parete intestinale o in altri organi (anchilostoma, nekator, Trichinella, anguilla intestinale, ecc.). Praticamente non accade nei bambini, soggetti all'igiene di base (non mangiare carne o pesce crudi o termicamente non sufficientemente ben lavorati, frutta e verdura non lavate, acqua non bollita da serbatoi naturali) di tali vermi,come trematodi (trematodi) e tenie (cestodi).

Più del 90% di tutte le malattie da vermi nei bambini di Mosca sono causate da nematodi intestinali.

Pertanto, è abbastanza difficile rilevare ascaris nelle feci. Periodicamente, le uova microscopiche di nematodi vengono escrete nelle feci, invisibili ad occhio nudo, ma il rilascio di uova non avviene tutti i giorni, il che rende difficile diagnosticare l'ascariasi con le feci. L'aspettativa di vita del nematode senza terapia antielmintica può essere di diversi anni.

Di notte, gli ossiuri escono sulla pelle, dove depongono le uova nelle pieghe. Nelle ragazze, spesso strisciano negli organi genitali esterni, causando irritazione e infezione delle mucose con batteri, protozoi e funghi. La durata della vita degli ossiuri è di 1,5 mesi, ma a causa dell'enorme numero di uova deposte, il loro numero è in costante recupero e la malattia, senza trattamento, può durare per anni. La condizione in cui un bambino ha ossiuri è chiamata enterobiasi.

Come un bambino può prendere i vermi

Vermi nei neonati
Vermi nei neonati

Vermi nei neonati. L'infezione da vermi (invasione) viene effettuata quando le uova o le larve di vermi entrano nel corpo. Le uova dei vermi entrano nell'ambiente con le feci di persone e animali infetti. Le uova sono di dimensioni microscopiche, molto resistenti a varie influenze e possono rimanere vitali a lungo fuori dal corpo (nel terreno, sulla superficie di oggetti o prodotti, nelle pieghe del lino, sulla pelle). Quando le uova dei vermi entrano nella bocca del bambino, passano, parzialmente collassando, attraverso l'ambiente acido e aggressivo dello stomaco e si attivano nell'intestino, dove le condizioni per lo sviluppo degli adulti dalle uova sono favorevoli. I bambini dell'infanzia e dell'età prescolare sono particolarmente suscettibili alle invasioni da elminti, poiché non hanno ancora barriere protettive perfette del tratto gastrointestinale.

Un bambino può essere infettato a casa, durante una passeggiata, in visita o all'asilo a contatto con superfici o oggetti contaminati (scarpe da esterno, pavimento nel corridoio, giocattoli, luoghi pubblici), per strada (raccogliendo oggetti, giocando nella sandbox o per terra), nonché attraverso il contatto con animali (soprattutto randagi o animali domestici che si trovano all'esterno).

Esiste un'elevata probabilità di comparsa di vermi se non vengono seguite le regole di igiene di base (mani non lavate, mangiare frutta e verdura non lavate, bere acqua non depurata da bacini naturali, ecc.).

Considerando la possibilità di infezione da elminti, attiriamo l'attenzione dei genitori sulle misure preventive:

  • fino a quando il bambino non inizia a muoversi da solo nell'appartamento, una regola obbligatoria per adulti e bambini più grandi dovrebbe essere il lavaggio accurato delle mani con sapone dopo la strada o visitare il bagno prima del contatto con il bambino o le sue cose, cercare di evitare uno stretto contatto del bambino o delle sue cose con gli animali domestici;
  • quando un bambino inizia a gattonare o camminare per casa, non permettergli di entrare nel corridoio e nel bagno, non permettergli di giocare con le scarpe da esterno;
  • per strada, assicurarsi che il bambino non raccolga o metta in bocca oggetti vari, evitare il contatto con animali randagi, se possibile, non lasciare che il bambino giochi in sabbiere aperte (non recintate);
  • usare una leggera influenza pedagogica per svezzare il bambino dall'abitudine di prendere vari oggetti in bocca o leccarsi le dita, insegnare al bambino l'igiene personale (imparare a lavarsi le mani con il sapone dopo la strada e dopo aver visitato il bagno);
  • effettuare periodicamente la pulizia a umido a casa utilizzando detergenti e disinfettanti, lavare i giocattoli con sapone, aspirare peluche, tappeti, ecc.;
  • non somministrare al bambino e non consumare frutta e verdura non lavate, carne e pesce non trattati termicamente, acqua non trattata proveniente da bacini naturali.

Il rispetto di queste regole non offre una garanzia al 100%, poiché il bambino impara attivamente il mondo e non è sempre possibile seguirlo, ma queste precauzioni riducono significativamente la probabilità di infezione da vermi.

Il bambino ha i vermi

Vermi nei neonati. Succede che una madre, esaminando le feci del suo bambino, scopre vermi vivi o immobili, il più delle volte si tratta di ossiuri. Nell'analisi delle feci vengono determinate le uova di ascaridi e altri elminti. In questa situazione, tutto è chiaro e il bambino deve essere curato. Ma molto spesso, si deve indovinare l'invasione elmintica in un bambino con segni indiretti.

Se un bambino sviluppa sintomi quali: sbavando, nausea, diminuzione dell'appetito o aumento patologico di esso (il bambino chiede costantemente cibo), dolori crampi intorno all'ombelico o senza una localizzazione specifica, che compaiono indipendentemente dall'assunzione di cibo, disturbi delle feci (diarrea, costipazione), aumento affaticamento, frequenti mal di testa o vertigini, pallore e blu sotto gli occhi, se un bambino soffoca con il cibo, la probabilità di invasione da elminti è molto alta.

Spesso i vermi portano all'allergizzazione del corpo e quindi a manifestazioni cutanee sotto forma di dermatite atopica, neurodermite o? diatesi? … Di norma, si tratta di condizioni sintomatiche persistenti difficili da trattare.

Per l'enterobiasi, i sintomi di intossicazione sono meno caratteristici ei principali disturbi del benessere sono associati all'irritazione meccanica da ossiuri nell'ano e organi genitali esterni nelle ragazze.

Vermi nei neonati
Vermi nei neonati

I sintomi sono i seguenti: aumento dell'eccitabilità del bambino la sera, capricci irragionevoli, scarso addormentarsi durante la notte (non riesce a trovare un posto per molto tempo, rigirarsi e rigirarsi), scarso sonno notturno, accompagnato da urla, risveglio, agitazione, digrignamento dei denti (se questi sintomi non sono tipici del sonno diurno e si notano a intervalli 10-15 giorni, puoi parlare con grande certezza di enterobiasi), prurito nella regione perineale (la presenza di prurito nei bambini piccoli che non possono formulare la natura del disagio può essere giudicata dal maggiore interesse del bambino per quest'area del loro corpo, che molto spesso porta al bambino masturbazione), arrossamento dell'ano.

Nelle ragazze, l'enterobiasi è spesso accompagnata da malattie infiammatorie degli organi genitali esterni (sia per l'azione diretta degli ossiuri che strisciano lì, sia per i batteri, i protozoi, i funghi che possono essere trasportati dai vermi dall'intestino).

Alcuni dei sintomi descritti si osservano in circa un terzo dei bambini infettati da vermi. Il resto potrebbe non avere alcun reclamo, ma i vermi avveleneranno lentamente e indeboliranno il corpo del bambino se non vengono identificati e non viene eseguita una terapia adeguata.

I principali segni della presenza di vermi nei bambini di età inferiore a un anno

Vermi nei neonati. È abbastanza difficile sospettare la presenza di vermi in un bambino piccolo, anche quando si esegue un test delle feci per le uova di vermi, e in presenza di elmintiasi, i risultati possono essere negativi. Pertanto, si consiglia di eseguire tale analisi più volte quando compaiono i seguenti sintomi nel bambino:

  • Vermi nei neonati
    Vermi nei neonati

    La mancanza di appetito è un altro indicatore della presenza di vermi nel corpo

    Gonfiore, aumento della salivazione, attacchi persistenti di vomito;

  • Mancanza di appetito;
  • Aumento di peso insufficiente con un'alimentazione adeguata;
  • Frequenti problemi alle feci, stitichezza o diarrea;
  • Pelle pallida, blu sotto gli occhi;
  • Eruzioni cutanee allergiche regolari;
  • Il desiderio del bambino di toccare costantemente i propri genitali;
  • Riflesso costante che tira le gambe verso lo stomaco, se premi sopra o sotto l'ombelico, il bambino fa male;
  • Problemi di sonno e capricci senza motivo apparente.

Molto spesso, i vermi nei bambini di età inferiore a un anno si trovano per caso, a seguito di ulteriori ricerche, con disturbi prolungati del bambino, come tosse, naso che cola o con aumento di peso corporeo insufficiente e ritardo nello sviluppo fisico del bambino.

Ovviamente, la presenza di tali sintomi in un bambino può essere causata da malattie completamente diverse, ma è necessario verificare la presenza di vermi. Il rilevamento anticipato dell'invasione da elminti semplificherà il processo di trattamento e salverà il bambino ei suoi genitori da problemi futuri.

Come identificare e trattare le invasioni da elminti

Vermi nei neonati
Vermi nei neonati

Vermi nei neonati. La diagnosi di elmintiasi nelle feci è piuttosto difficile. Ciò è dovuto al fatto che gli ascaridi o le uova di ossiuri non compaiono nelle feci ogni giorno e la tecnica di microscopia a striscio dall'analisi richiede grande cura

La diagnosi di elmintiasi nelle feci è piuttosto difficile. Ciò è dovuto al fatto che le uova di ascaridi o ossiuri non compaiono nelle feci ogni giorno e la tecnica della microscopia a striscio dall'analisi richiede grande cura. Per aumentare l'affidabilità dell'analisi delle feci per le uova di vermi, si consiglia di impiegare almeno 3 giorni consecutivi. In caso di aumentato rischio di infezione da vermi (contatto con animali, gioco del bambino a terra o in sabbiere aperte, abitudine del bambino di prendere le cose in bocca, mordersi le unghie o leccarsi le dita, ecc.), È consigliabile sottoporsi a un esame approfondito, che comprende, oltre alla tripla analisi delle feci, test speciali sangue che rileva gli anticorpi contro gli elminti. In presenza di manifestazioni allergiche di origine sconosciuta, aumento del numero di eosinofili nell'analisi del sangue,disbiosi intestinale persistente, si consiglia di donare il sangue per la determinazione delle immunoglobuline di classe E (Ig E e G) a nematodi e altri elminti. Puoi controllare la presenza di vermi negli animali domestici.

Se un bambino presenta uno dei sintomi sopra descritti (sintomi di intossicazione cronica, sintomi di irritazione nella regione perineale), consultare un medico, poiché queste manifestazioni possono accompagnare non solo le invasioni elmintiche, ma anche altre condizioni patologiche.

Se identifichi i vermi o sospetti un'infestazione da vermi, non cercare di auto-medicare. I farmaci antielmintici che puoi scegliere senza consultare il tuo medico potrebbero non funzionare.

Vermi nei neonati. Se i vermi si trovano in un bambino o in uno dei membri della famiglia, è necessario, se possibile, trattare tutti i membri della famiglia al fine di evitare la formazione di un focolaio di infezione tra loro con uova di elminti. In questa situazione, inoltre, è necessario rafforzare le misure igieniche, in particolare, bollire e stirare la biancheria da letto e personale su entrambi i lati.

Trattamento dei vermi nei neonati

È molto difficile trattare l'invasione da elminti nei neonati, quasi tutti gli agenti antielmintici non sono raccomandati per l'uso nei bambini sotto i due anni di età, poiché sono altamente tossici e causano molti effetti collaterali. Per un organismo in via di sviluppo, il danno causato dall'assunzione di tali farmaci può essere significativo, anche con il minimo sovradosaggio.

Questo è il motivo per cui l'autotrattamento dei vermi nei bambini di età inferiore a un anno è severamente vietato.

Al minimo sospetto di elmintiasi in un bambino, è necessario contattare uno specialista qualificato in grado di determinare il grado di infezione e sviluppare un regime di trattamento specifico efficace in questo caso.

In alcune situazioni, il medico può persino suggerire di posticipare il trattamento per un breve periodo in modo che il bambino cresca. Anche il noto pediatra, il dottor Evgeny Komarovsky, sconsiglia l'automedicazione.

I vermi nei neonati possono essere molto diversi, tattiche, metodi e termini di trattamento, a suo avviso, possono essere scelti solo tenendo conto del tipo di vermi, del volume dell'infezione e della localizzazione dei parassiti. È molto difficile scegliere un metodo di terapia per l'invasione elmintica, specialmente per i bambini di età inferiore a un anno, quindi l'automedicazione non dovrebbe essere praticata.

Per evitare l'infezione del bambino da vermi, è necessario seguire le regole dell'igiene personale. Ma se non è stato possibile salvare il bambino dall'elmintiasi, ci si dovrebbe fidare di uno specialista esperto per curarlo.

Raccomandazioni generali per il trattamento dei vermi

Per ottenere la rimozione dei parassiti dal corpo il prima possibile, è necessario seguire le raccomandazioni di seguito, che vengono utilizzate anche come profilassi:

  1. Vermi nei neonati
    Vermi nei neonati

    Per prevenire i vermi, devi lavare i giocattoli di tuo figlio con sapone antibatterico.

    Segui le regole dell'igiene personale: lava i giocattoli del tuo bambino con sapone antibatterico. Preferibilmente un paio di volte a settimana.

  2. Taglia le unghie regolarmente.
  3. Monitora il cambio tempestivo dei pannolini. Presta particolare attenzione dopo il sonno e la notte.
  4. Assicurati che il bambino non possa prendere oggetti in bocca.
  5. I vestiti del bambino devono essere lavati regolarmente e stirati su entrambi i lati.
  6. Cambia spesso la biancheria da letto.
  7. Effettuare sistematicamente la pulizia generale dei locali.
  8. Dare carne e pesce a un buon trattamento termico e sciacquare accuratamente frutta e verdura.

Trattamento con rimedi popolari

Dai vermi per bambini fino a un anno, vengono spesso utilizzati metodi di trattamento alternativi.

Per migliorare le condizioni generali del corpo del bambino, puoi rivolgerti alla conoscenza della medicina tradizionale. I metodi tradizionali aiutano utilizzando tali mezzi che si creano condizioni di disagio nella cavità intestinale per l'attività vitale dei parassiti, facilitando così l'eliminazione dei vermi.

I rimedi popolari più comuni sotto forma di decotti:

  • infiorescenze di tanaceto giallo;
  • artemisia;
  • una combinazione di foglie centaurea e orologio.

Rimedi popolari

Vermi nei neonati. Di solito è accettato il trattamento dell'elmintiasi con rimedi popolari in combinazione: decotti, succhi, infusi e gocce sono combinati con clisteri, il cui compito è quello di espellere i parassiti adulti dal lume dell'intestino crasso. Ma anche un trattamento intensivo con metodi non tradizionali non darà il risultato desiderato se al bambino non viene stabilita una dieta speciale che aiuterà a stabilire il normale funzionamento del tratto gastrointestinale. La dieta del bambino dovrebbe essere dominata da cibi che hanno un moderato effetto lassativo.

La terapia con metodi non tradizionali viene solitamente eseguita secondo lo schema 7/14. Ciò significa che le misure di trattamento devono essere praticate per sette giorni, seguiti da un periodo di “riposo” di 14 giorni, dopodiché il trattamento deve essere ripetuto per evitare ricadute.

Ora è la medicina che sta facendo passi da gigante e il trattamento dell'elmintiasi non presenta particolari difficoltà per questo. E un paio di secoli fa, i vermi parassiti venivano eliminati con l'aiuto di mezzi comprovati che non hanno nulla a che fare con la guarigione tradizionale. Molte ricette e metodi sono sopravvissuti fino ad oggi e vengono praticati con successo. Diamo uno sguardo a quelli più famosi ed efficaci.

Olio vegetale

Alcuni tipi di elminti, i più comuni, non amano molto gli oli vegetali. Pertanto, è possibile essere trattati con l'aiuto di piccoli tamponi di cotone, che vengono inumiditi in olio caldo e inseriti nell'ano del bambino.

Tali procedure possono essere eseguite di notte per un mese. Questo metodo è utile in aggiunta al trattamento farmacologico o alla terapia secondo le ricette popolari. Gli oli più "non amati" dai vermi sono semi di lino, canapa, uva, olivello spinoso, albicocca, cedro, olio ottenuto dai semi di cardo mariano.

Puoi aggiungere olio per via orale ai tamponi nel culo. Un cucchiaino prima di ogni pasto. Se il bambino non vuole bere olio (e questo è piuttosto disgustoso, non discuto), immergete un pezzo di pane nel burro e fatelo mangiare mezz'ora prima dei pasti.

Seme di zucca

Questo è un noto rimedio per i vermi. Un bambino più grande può ricevere semi interi.

Al mattino, invita il bambino a mangiare 300 grammi prima di colazione. semi pelati e dopo 30 minuti somministrare una dose di lassativo. I parassiti morti usciranno con le feci. Per i bambini piccoli, i semi di zucca sbucciati possono essere macinati e mescolati con un cucchiaio di miele. I semi di zucca sono controindicati per i bambini di età inferiore a 3 anni.

Se il bambino rifiuta categoricamente di mangiare semi di zucca, puoi preparare una bevanda a base di latte a base di loro. Per fare questo, 150-200 g di semi, sbucciati e pesati dopo la pulizia, devono essere macinati con un frullatore o un macinacaffè fino a renderli polverosi. Fai bollire mezzo litro di latte, mescolando, aggiungi la polvere di zucca lì, lascia fermentare, filtrare attraverso diversi strati di garza e dare questa bevanda al bambino più volte al giorno, 40-45 minuti prima di un pasto.

Succo di barbabietola

Il succo di barbabietola è un trattamento collaudato nel tempo. Puoi berlo prima di ogni pasto per un'ora. Affinché il bambino possa assumere questo succo più volentieri, puoi mescolare un cucchiaio di miele, naturalmente, a condizione che il bambino non sia allergico ai prodotti delle api.

Succo di carota

Per strizzarlo, prendi una carota grande e succosa, preferibilmente di origine russa. Dare il succo mezzo bicchiere 6 volte al giorno a stomaco vuoto.

aglio

Questo è un altro "combattente" molto famoso e popolare contro i parassiti di varia origine. È buono per la prevenzione - come condimento per il cibo. Un bambino con elmintiasi molto probabilmente rifiuterà di mangiare aglio puro. Pertanto, puoi fargli una bevanda a base di latte con aglio.

Spremi 2-3 chiodi di garofano grandi in mezzo litro di latte, precedentemente bollito e raffreddato a caldo. Puoi dare questa bevanda fino a 4 volte al giorno, 50 grammi. prima di mangiare.

Puoi fare un clistere sulla base degli spicchi, per i quali la testa d'aglio dovrà essere schiacciata in uno stato pastoso e mescolata con un litro e mezzo d'acqua. Devi mettere un clistere una volta al giorno, prima di andare a letto. Puoi usare latte vaccino a basso contenuto di grassi invece dell'acqua.

Camomilla della farmacia

Preparare la miscela secca di erbe in un bicchiere di acqua bollente, lasciarla in infusione, filtrare e dare al bambino 3 volte al giorno. La camomilla stessa non fa fronte agli elminti, ma riduce in qualche modo gli effetti negativi dei parassiti sul corpo, aumenta l'immunità e quindi può essere utilizzata come adiuvante nel trattamento.

Bicarbonato di sodio

È disponibile in qualsiasi cucina, quindi non ci saranno difficoltà nella preparazione di un medicinale. Per 250 grammi di acqua, prendi mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio. Con questa soluzione, dai clisteri la sera per una settimana. I parassiti non amano gli ambienti acidi e alcalini e quindi, in grandi quantità, le persone usciranno durante i movimenti intestinali.

Cipolla

Grattugiare una cipolla grande su una grattugia fine, mettere la pappa risultante in un bicchiere di acqua refrigerata bollita. Mescola e lascia fermentare. È meglio se prepari la medicina di notte. Al mattino a stomaco vuoto, dai da bere a tuo figlio una cipolla tesa. Il corso del trattamento va da 7 a 10 giorni.

Granato

Questo delizioso e bellissimo frutto è molto efficace nel trattamento delle malattie parassitarie. Puoi dare i semi di melograno a tuo figlio in forma pura e preparare un infuso dalla buccia di melograno. Versateci sopra dell'acqua bollente (circa 200 g), lasciate fermentare bene e date mezzo cucchiaino tre volte al giorno. Il dosaggio del brodo di melograno non può essere violato, le sostanze che sono abbondanti nella buccia di questo frutto, in caso di sovradosaggio, possono causare seri problemi alla vista.

Foglie di betulla

Macina le foglie di betulla e lessale in 250 grammi di acqua. Dare una bevanda fresca al bambino 2-3 volte al giorno a stomaco vuoto, 50 grammi. Il corso del trattamento sarà da 5 a 7 giorni.

semi di aneto

Brew 50 gr. semi di aneto con acqua bollente, lasciarlo fermentare, quindi filtrare con una garza o un colino speciale. Dare al decotto già pronto un cucchiaio 5-6 volte al giorno prima dei pasti. Il corso del trattamento è di circa 10 giorni.

Sagebrush

Una pianta molto utile nella cura dei vermi, ma va usata con molta cura nei bambini. Per il brodo, devi prendere una certa quantità di erbe essiccate e tritate finemente, a seconda dell'età del bambino. Per bambini di età inferiore a 3 anni - 1 g., Per bambini di età inferiore a 5-6 anni - 1,5 g., Da 6 a 10 anni si consigliano non più di 2 g, per adolescenti non più di 3,5 g.

Il brodo viene preparato a bagnomaria. La quantità di acqua per il brodo non è superiore a 300 gr. Dopo mezz'ora di cottura, il liquido risultante va raffreddato, filtrato e somministrato al bambino in porzioni abbondanti invece del tè una volta al giorno. Il corso medio del trattamento sarà di circa cinque giorni. Prima di utilizzare un decotto di assenzio, è consigliabile fare un clistere, pulire l'intestino.

Azioni preventive

Vermi nei neonati. La cura preventiva per i neonati consiste nel maneggiare con cura il biberon o, soprattutto, nell'allattare la madre.

Per ridurre il rischio di infezione, è necessario attenersi alle seguenti regole:

  • lavarsi le mani dopo aver camminato e prima di mangiare;
  • eseguire un accurato trattamento termico dei prodotti, in particolare carne e pesce;
  • non utilizzare acqua di fonte naturale;
  • monitorare da vicino il comportamento del bambino per strada;
  • se ci sono animali domestici in casa, allora hanno anche bisogno di una regolare prevenzione farmacologica dell'elmintiasi.

Per proteggere il tuo bambino dal contrarre eventuali invasioni parassitarie, devi seguire semplici regole di prevenzione, e ricordarti anche di visitare regolarmente un medico e sottoporsi a esami. La malattia è sempre più facile da eliminare nella fase iniziale, poiché nei casi avanzati è molto più difficile affrontarla senza danneggiare il bambino.

Popolare dall'argomento